AFRICA: MALI-TRAIL

MASTERTRAIL

 

  1. avvicendamento MI-BKO
  • da MILANO a BAMAKO

Appuntamento del gruppo in mattinata, intorno alle ore 09,00 all’aeroporto di Milano MALPENSA.

Il volo previsto, (consigliato con AIR-FRANCE) fa scalo a Parigi. All’aeroporto di CHARLES de GAULLE si cambia e si decolla alla volta del MALI. L’atterraggio è previsto nella Capitale, Bamako intorno alle ore 22,30. transfert in città dove seguiranno un breve brief ed il pernottamento.

 

  1. TREK
  • BAMAKO - SIKASSO

Sveglia e colazione. Si parte imboccando la direzione sud che porta sulla strada che percorreremo fino ad oltrepassare Bougouni. Dopo una breve tappa per consumare il pranzo, gireremo ad est per raggiungere la città di Sikassò, all’estremità meridionale del paese, al confine col Burkina Faso. La bellezza di questa città è la città stessa. Un enorme e tipico villaggio immerso nel verde e non toccato dal turismo. Un luogo autentico. Dopo un breve tour della cittadina, cena, Brief e Pernottamento.

 

  1. TREK
  • SIKASSO – brousse trek

Sveglia, colazione e visita della città. Eccezionale il grande mercato all’aperto della domenica, che amplia e collega i piccoli mercati permanenti, che si riempie delle innumerevoli tonalità degli abiti multicolore delle donne. Dopo aver pranzato a Sikasso, ci inoltreremo nella “brousse” per raggiungere gli interessanti spettacoli naturali che circondano i suoi dintorni, quali: le cascate che si trovano nei pressi del confine col Burkina Faso, le caratteristiche formazioni rocciose che dipanano verso la Costa d’Avorio ed i piccoli villaggi senufo costituiti da capanne cilindriche che punteggiano la savana. Rientreremo al tramonto per cenare e pernottare

 

  1. TREK
  • SIKASSO - SAN

Sveglia, colazione e partenza. Proseguendo verso nord est, transiteremo nella cittadina di Koutiala, annoverabile per la bella moschea in terra cruda che si trova nelle immediate vicinanze. Lasciando alle spalle la piccola cittadina, percorreremo poco più di 130 chilometri, per arrivare a San. Il piccolo agglomerato, merita una breve sosta per far visita alla moschea costruita in bankò e per fare un piccolo tour al grazioso mercato locale. Ma, la vera occasione, da non perdere assolutamente, è la cucina di Ya-Ya al “Teria” con la sua famosa “Pintade rotie”, una faraona cucinata alla graticola, spalmata con un succulento “unguento” rosso vivo ed accompagnata da una dissetante birra ghiacciata. Nei dintorni troveremo posto per cenare e pernottare

 

  1. TREK
  • SAN - DJENNE

Si sale puntando nord alla volta di Djennè.

Il suo principale mercato, che si svolge ogni lunedì, con le sue tinte fa da palcoscenico ad uno degli scenari più affascinanti dell’architettura Sudanese in banko. Considerata patrimonio dell’UNESCO, la sua moschea in terra cruda si staglia con le sue torri a guardia della città. Detta anche la città dei 42 Marabutti, che abitano in case con porte e finestre in puro stile marocchino, è bagnata da uno dei più importanti affluenti del Niger, il Bani. Nelle sue vicinanze, troviamo le tracce di uno dei più importanti siti archeologici del paese, l’antica città di Jenné-Jenò. Interessanti, per le loro caratteristiche etniche, i due piccoli villaggi Bozo e Peul che si trovano nelle vicinanze, adagiati sulle rive del fiume ed arroccati su minuscole asperità del terreno.

 

  1. TREK – 1° giorno ingresso Pays Dogon
  • DJENNE – SONGHO

Lasciamo la piccola cittadina per addentrarci nel cuore del territorio Dogon, incontrando il primo vero villaggio di questa etnia, Songho. Un piccolo trek ci porterà a mezza altezza in falesia, per visitare l’antro della circoncisione, con le sue pitture rupestri. Un tour tra le abitazioni del villaggio ci mostrerà il lavoro degli abili tessitori.

 

  1. TREK – 2° giorno Pays Dogon
  • SONGHO – SANGHA

Si continua il viaggio verso sud-est per arrivare a Bandiagara, per proseguire sino alle falde delle famose formazioni rocciose del Paese Dogon.

Su Bandiagara si potrebbe aprire un intero capitolo, che si adagia sui libri dello studioso Piero Coppo, col suo centro di medicina tradizionale, famoso in tutto il mondo e costruito grazie allo studio di un architetto italiano Fabrizio Carola. Meta del nostro procedere nel cuore del paese dogon è il villaggio di Sanga, dove costituiremo il nostro “campo base” per le escursioni nei villaggi di falesia, un tempo occupati da popolazioni di etnia Tellem.

 

  1. TREK – 3° giorno Pays Dogon
  • SANGHA - villaggi

Iniziamo col seguire le impronte dell’etnia Dogon, con un trek a piedi lungo un sentiero che discende la falesia conducendoci al Villaggio di Bana-Ni. Rientriamo alla base per il pranzo e ci immergiamo nei colori del mercato del villaggio. Lasciamo la confusione del baratto per un tour del villaggio.

 

  1. TREK – 4° giorno Pays Dogon
  • SANGHA – villaggi in falesia

Ci sposteremo con il fuoristrada per raggiungere il Villaggio di Yogo-Nà dove faremo un interessante tour. Faremo un secondo spostamento in brousse per raggiungere il Villaggio di Yogo-Piri, dove potremo osservare un interessante agglomerato urbano arroccato alla parete rocciosa. Un nuovo spostamento in savana ci porterà alla base della montagna, pronti per raggiungere il Villaggio di Yogo-Dogorou. Da qui partiremo con un breve trek in falesia alla volta delle Dighe dogon. Raggiunto il plateau sommitale, scollineremo per raggiungere i nostri mezzi che ci ricondurranno alla base.

 

10.TREK – 5° giorno Pays Dogon

  • SANGHA – villaggi in falesia

Dopo un breve tratto nella savana, raggiungeremo un particolare Villaggio eretto su terrazzamenti, circondato da una foresta di baobab ed adornato da caratteristici appezzamenti coltivati. Dopo un tour in brousse, faremo ritorno passando da particolari mercati rurali, dove, se saremo fortunati, potremo incontrare uomini di etnia Bororo.

 

11.TREK – uscita Pays Dogon

  • SANGHA - MOPTI

Lasciamo la base per imboccare la via del ritorno. Dopo una breve sosta a Songho, riprendiamo la strada che, passando da Bandiagara ci porterà a Mopti. Un breve ma intenso tour città ci permetterà di curiosare tra le merci esposte nel mercato che arriva fino alle rive del fiume. La fabbrica di piroghe (pinasse) ci permetterà di vedere come le forme slanciate di queste imbarcazioni prendano vita dall’assemblaggio di rudimentali pezzi di legno. Il tour al porto ed alla cittadina, concluderanno la giornata.

 

 

12.1° giorno NAVIGAZIONE

  • Da MOPTI al CAMPO TENDA sul fiume

Sveglia, colazione, carico pinasse ed usciamo dall’ansa del porto per iniziare la navigazione del Fiume niger. Incontreremo diversi villaggi, tra cui Sabàdove effettueremo un tour passando anche per la tipica moschea. Continueremo la navigazione accostando per gustare il pranzo cucinato e servito in pinasse. Analogamente gusteremo anche la cena, dopo aver trovato un luogo ideale per montare la tenda ed accendere un fuoco che ci farà compagnia la sera.

 

13. 2° giorno NAVIGAZIONE

  • CAMPO TENDA su fiume

Sveglia, colazione in pinasse e proseguiamo la navigazione sul Niger approdando a Youvarouper far visita alla radio locale ed al Centro ricerche TN/Acquario genova per gli studi sul Lamantino. Scenderemo il fiume entrando nel Lac Debo. Pranzeremo in pinasse in compagnia di uccelli e pesci, prima di proseguire alla volta di alcuni Villaggi Bellàche visiteremo. Raggiungeremo il posto per l’accampamento notturno, il Plateau dei termitai. La cena ci verrà cucinata e servita sempre a bordo. Il fuoco allieterà invece la serata prima di coricarci.

 

14. 3° giorno NAVIGAZIONE

  • CAMPO TENDA su fiume

Sveglia, colazione in pinasse e navigazione fino alla cittadina di Niafounkédove compiremo un tour del villaggio. Continuiamo a navigare e dopo aver pranzato ci accingiamo a raggiungere alcuni insediamenti Bozoche ci ospiteranno con un tour del villaggio e della moschea. Raggiungeremo, dopo una tranquilla navigazione, il punto di sosta per la cena, il fuoco ed il pernottamento in tenda.

 

15.4° giorno NAVIGAZIONE

  • CAMPO TENDA su fiume

Sveglia, colazione in pinasse e Navigazione. Si approda a Dirée si compie il tour del villaggio e del mercato. Si riprende la navigazione e si pranza in pinasse. Si sopraggiunge al primo villaggio semi-stanziale Touarege si compie un tour al suo interno. La navigazione continua con cautela poichè si entra nel territorio degli ippopotami. Raggiungiamo la grande duna e prepariamo l’accampamento notturno, col fuoco. Ceniamo in pinasse prima di entrare in tenda per la notte.

 

16. 5° giorno NAVIGAZIONE/ingresso deserto SAHARA

  • CAMPO TENDA su fiume - TIMBUKTU

Sveglia, colazione in pinasse e partenza per l’ultimo tratto. Si approda al porticciolo di Karioumé. Si sbarca, si carico il mezzo fuoristrada e si parte per raggiungere Timbuktula nostra stazione base. Faremo un piccolo tour della città e visiteremo i mercati ed il museo. Dopo il pranzo, ci sarà un primo approccio col deserto, con un tour a dorso di dromedario. Ci spingeremo fino ad un accampamento Touareg. Dopo il tramonto rientreremo alla base per cenare. Pernotteremo dopo un brief con le guide

 

17. deserto SAHARA

  • TIMBUKTU – desert tour

Sveglia e Colazione. Preparativi per la partenza di un in Tour 4X4 sulle sabbie del deserto, dove pranzeremo al sacco. Il rientro alla base è previsto dopo il tramonto, dove ci aspetterà una cena tipica. Brief e pernottamento concluderanno la giornata.

  • alternativa: pernottamento nel deserto

 

18.deserto SAHARA/deserto del GOURMA

  • TIMBUKTU - HOMBORI

Sveglia, colazione e partenza per la pista che percorre il deserto del Gourma fino a raggiungere o Bacini di Bambara Maoundé dove raggiungeremo un villaggio seminomade Touareg e con una guida locale ci appresteremo a visitare un’area in cui stazionano diversi elefanti. Proseguiremo il tragitto a sud, fino alla base delle formazioni rocciose dette “Mano di Fatima”, dove visiteremo l’antico villaggio di Hombori. Nei pressi sosteremo per la notte.

 

19. TREK

  • HOMBORI- BANDIAGARA

La traccia desertica ci riporta verso Douentza, che lasciamo alle spalle. Proseguiamo ancora per diversi chilometri verso ovest prima di deviare su una pista che punta a sud, verso le falesie. Passiamo da alcuni villaggi dove ci soffermiamo per riuscire a vedere i grossi rettili che abitano le acque dei piccoli fiumi che tagliano i villaggi stessi. I coccodrilli. La strada si inerpica sulla falesia lasciando alle spalle il paesaggio sconfinato che abbiamo percorso nei giorni precedenti. Giungiamo sul plateau sommitale e passiamo diversi villaggi prima di raggiungere la cittadina di Bandiagara dove pernotteremo.

 

20.TREK

  • BANDIAGARA - SEGOU

Sveglia, colazione e partenza per Mopti che lasceremo alle spalle per proseguire in direzione San. Nelle immediate vicinanze consumeremo il pranzo e faremo una visita sia alla moschea che al mercato. Partiremo poi per raggiungere la prossima meta, Segou, che ci accoglierà per la notte

 

21.TREK

  • SEGOU - BAMAKO

La giornata inizia all’insegna di un tour di questa graziosa cittadina coloniale e proseguiremo con una visita alla fabbrica artigianale dei tessuti Bogolan. Il mercato tradizionale ed artigiano, con merce di elevata fattura, completeranno il tour cittadino. Ci immergeremo ancora una volta nella vita di uno splendido villaggio Bozo al di la del fiume, dopodiché partiremo alla volta di Fana. Un breve tour della cittadina e via di nuovo alla volta di Bamako, che raggiungeremo in serata per il pernottamento.

 

22.TOUR

  • BAMAKO TOUR

La giornata nella capitale sarà all’insegna dei diversi tour per una panoramica conclusiva del territorio Maliano. Ci addentreremo al Grand Marchez Rose ed al mercato dell’artigianato per gli ultimi acquisti. Visiteremo uno dei tanti mercati di bestiame. Completeremo l’operazione di spedizione bagaglio in stiva, tramite ceck-in anticipato in città (ci eviterà lunghe attese all’aeroporto). Una gustosa cena ed un meritato svago serale, in uno dei tanti locali, precederanno il pernottamento.

 

23.TOUR – avvicendamento BKO-PARIGI

  • BAMAKO last Tour - Volo

Sveglia, colazione e partenza per un ultimo approfondimento culturale, al museo etnografico, un “salto” al porto di Kablan Koro ed una puntata sulle colline che sovrastano la città per ammirare il panorama. Cena e brief finale prima di raggiungere l’aeroporto, dove ci imbarcheremo. Partenza da Bamako col volo diretto a Parigi.

 

24. VOLO – avvicendamento PARIGI-MILANO

  • VOLO – arrivo a Milano

Arrivo Parigi Charles de Gaulle, cambio vettore/terminal ed imbarco sul volo per Milano. Arrivo a Milano Malpensa in mattinata.

 

BASETRAIL

 

  1. avvicendamento MI-BKO
  • da MILANO a BAMAKO

Appuntamento del gruppo in mattinata, intorno alle ore 09,00 all’aeroporto di Milano MALPENSA.

Il volo previsto, (consigliato con AIR-FRANCE) fa scalo a Parigi. All’aeroporto di CHARLES de GAULLE si cambia e si decolla alla volta del MALI. L’atterraggio è previsto nella Capitale, Bamako intorno alle ore 22,30. transfert in città dove seguiranno un breve brief ed il pernottamento.

 

  1. TREK
  • BAMAKO - DJENNE’

Sveglia, colazione e partenza alla volta di Sandove effettueremo il pranzo, una visita alla moschea ed un breve tour al mercato. Partenza per Djennéche raggiungeremo tramite un traghettamento del fiume Bani. Cena all’alberghetto dove passeremo la notte, dopo un breve brief con la guida locale.

 

  1. TREK
  • DJENNE ed i suoi dintorni

Sveglia e colazione. Effettueremo il tour della città, del mercato e della moschea. Pranzo e partenza per visitare un Villaggio Bozo. Ripartiremo verso un’altro Villaggio Peuldove effettueremo un interessante tour. In serata rientreremo in città dove ci attenderà la cena.

 

  1. TREK – 1° giorno ingresso Pays Dogon
  • DJENNE – SONGHO

Lasciamo la piccola cittadina per addentrarci nel cuore del territorio Dogon, incontrando il primo vero villaggio di questa etnia, Songho. Un piccolo trek ci porterà a mezza altezza in falesia, per visitare l’antro della circoncisione, con le sue pitture rupestri. Un tour tra le abitazioni del villaggio ci mostrerà il lavoro degli abili tessitori.

 

  1. TREK – 2° giorno Pays Dogon
  • SONGHO – SANGHA

Si continua il viaggio verso sud-est per arrivare a Bandiagara, per proseguire sino alle falde delle famose formazioni rocciose del Paese Dogon.

Su Bandiagara si potrebbe aprire un intero capitolo, che si adagia sui libri dello studioso Piero Coppo, col suo centro di medicina tradizionale, famoso in tutto il mondo e costruito grazie allo studio di un architetto italiano Fabrizio Carola. Meta del nostro procedere nel cuore del paese dogon è il villaggio di Sanga, dove costituiremo il nostro “campo base” per le escursioni nei villaggi di falesia, un tempo occupati da popolazioni di etnia Tellem.

 

  1. TREK – 3° giorno Pays Dogon
  • SANGHA - villaggi

Iniziamo col seguire le impronte dell’etnia Dogon, con un trek a piedi lungo un sentiero che discende la falesia conducendoci al Villaggio di Bana-Ni. Rientriamo alla base per il pranzo e ci immergiamo nei colori del mercato del villaggio. Lasciamo la confusione del baratto per un tour del villaggio.

 

  1. TREK – 4° giorno Pays Dogon
  • SANGHA – villaggi in falesia

Ci sposteremo con il fuoristrada per raggiungere il Villaggio di Yogo-Nà dove faremo un interessante tour. Faremo un secondo spostamento in brousse per raggiungere il Villaggio di Yogo-Piri, dove potremo osservare un interessante agglomerato urbano arroccato alla parete rocciosa. Un nuovo spostamento in savana ci porterà alla base della montagna, pronti per raggiungere il Villaggio di Yogo-Dogorou. Da qui partiremo con un breve trek in falesia alla volta delle Dighe dogon. Raggiunto il plateau sommitale, scollineremo per raggiungere i nostri mezzi che ci ricondurranno alla base.

 

  1. TREK – 5° giorno Pays Dogon
  • SANGHA – villaggi in falesia

Dopo un breve tratto nella savana, raggiungeremo un particolare Villaggio eretto su terrazzamenti, circondato da una foresta di baobab ed adornato da caratteristici appezzamenti coltivati. Dopo un tour in brousse, faremo ritorno passando da particolari mercati rurali, dove, se saremo fortunati, potremo incontrare uomini di etnia Bororo.

 

  1. TREK – uscita Pays Dogon
  • SANGHA - MOPTI

Lasciamo la base per imboccare la via del ritorno. Dopo una breve sosta a Songho, riprendiamo la strada che, passando da Bandiagara ci porterà a Mopti. Un breve ma intenso tour città ci permetterà di curiosare tra le merci esposte nel mercato che arriva fino alle rive del fiume. La fabbrica di piroghe (pinasse) ci permetterà di vedere come le forme slanciate di queste imbarcazioni prendano vita dall’assemblaggio di rudimentali pezzi di legno. Il tour al porto ed alla cittadina, concluderanno la giornata.

 

 

10.1° giorno NAVIGAZIONE

  • Da MOPTI al CAMPO TENDA sul fiume

Sveglia, colazione, carico pinasse ed usciamo dall’ansa del porto per iniziare la navigazione del Fiume niger. Incontreremo diversi villaggi, tra cui Sabàdove effettueremo un tour passando anche per la tipica moschea. Continueremo la navigazione accostando per gustare il pranzo cucinato e servito in pinasse. Analogamente gusteremo anche la cena, dopo aver trovato un luogo ideale per montare la tenda ed accendere un fuoco che ci farà compagnia la sera.

 

11. 2° giorno NAVIGAZIONE

  • CAMPO TENDA su fiume

Sveglia, colazione in pinasse e proseguiamo la navigazione sul Niger approdando a Youvarouper far visita alla radio locale ed al Centro ricerche TN/Acquario genova per gli studi sul Lamantino. Scenderemo il fiume entrando nel Lac Debo. Pranzeremo in pinasse in compagnia di uccelli e pesci, prima di proseguire alla volta di alcuni Villaggi Bellàche visiteremo. Raggiungeremo il posto per l’accampamento notturno, il Plateau dei termitai. La cena ci verrà cucinata e servita sempre a bordo. Il fuoco allieterà invece la serata prima di coricarci.

 

12. 3° giorno NAVIGAZIONE

  • CAMPO TENDA su fiume

Sveglia, colazione in pinasse e navigazione fino alla cittadina di Niafounkédove compiremo un tour del villaggio. Continuiamo a navigare e dopo aver pranzato ci accingiamo a raggiungere alcuni insediamenti Bozoche ci ospiteranno con un tour del villaggio e della moschea. Raggiungeremo, dopo una tranquilla navigazione, il punto di sosta per la cena, il fuoco ed il pernottamento in tenda.

 

13.4° giorno NAVIGAZIONE

  • CAMPO TENDA su fiume

Sveglia, colazione in pinasse e Navigazione. Si approda a Dirée si compie il tour del villaggio e del mercato. Si riprende la navigazione e si pranza in pinasse. Si sopraggiunge al primo villaggio semi-stanziale Touarege si compie un tour al suo interno. La navigazione continua con cautela poichè si entra nel territorio degli ippopotami. Raggiungiamo la grande duna e prepariamo l’accampamento notturno, col fuoco. Ceniamo in pinasse prima di entrare in tenda per la notte.

 

14.5° giorno NAVIGAZIONE/ingresso deserto SAHARA

  • CAMPO TENDA su fiume - TIMBUKTU

Sveglia, colazione in pinasse e partenza per l’ultimo tratto. Si approda al porticciolo di Karioumé. Si sbarca, si carico il mezzo fuoristrada e si parte per raggiungere Timbuktula nostra stazione base. Faremo un piccolo tour della città e visiteremo i mercati ed il museo. Dopo il pranzo, ci sarà un primo approccio col deserto, con un tour a dorso di dromedario. Ci spingeremo fino ad un accampamento Touareg. Dopo il tramonto rientreremo alla base per cenare. Pernotteremo dopo un brief con le guide

 

15. deserto SAHARA

  • TIMBUKTU – desert tour

Sveglia e Colazione. Preparativi per la partenza di un in Tour 4X4 sulle sabbie del deserto, dove pranzeremo al sacco. Il rientro alla base è previsto dopo il tramonto, dove ci aspetterà una cena tipica. Brief e pernottamento concluderanno la giornata.

  • alternativa: pernottamento nel deserto

 

16.deserto SAHARA/deserto del GOURMA

  • TIMBUKTU - HOMBORI

Sveglia, colazione e partenza per la pista che percorre il deserto del Gourma fino a raggiungere o Bacini di Bambara Maoundé dove raggiungeremo un villaggio seminomade Touareg e con una guida locale ci appresteremo a visitare un’area in cui stazionano diversi elefanti. Proseguiremo il tragitto a sud, fino alla base delle formazioni rocciose dette “Mano di Fatima”, dove visiteremo l’antico villaggio di Hombori. Nei pressi sosteremo per la notte.

 

17. TREK

  • HOMBORI- BANDIAGARA

La traccia desertica ci riporta verso Douentza, che lasciamo alle spalle. Proseguiamo ancora per diversi chilometri verso ovest prima di deviare su una pista che punta a sud, verso le falesie. Passiamo da alcuni villaggi dove ci soffermiamo per riuscire a vedere i grossi rettili che abitano le acque dei piccoli fiumi che tagliano i villaggi stessi. I coccodrilli. La strada si inerpica sulla falesia lasciando alle spalle il paesaggio sconfinato che abbiamo percorso nei giorni precedenti. Giungiamo sul plateau sommitale e passiamo diversi villaggi prima di raggiungere la cittadina di Bandiagara dove pernotteremo.

 

18.TREK

  • BANDIAGARA - SEGOU

Sveglia, colazione e partenza per Mopti che lasceremo alle spalle per proseguire in direzione San. Nelle immediate vicinanze consumeremo il pranzo e faremo una visita sia alla moschea che al mercato. Partiremo poi per raggiungere la prossima meta, Segou, che ci accoglierà per la notte

 

19.TREK

  • SEGOU - BAMAKO

La giornata inizia all’insegna di un tour di questa graziosa cittadina coloniale e proseguiremo con una visita alla fabbrica artigianale dei tessuti Bogolan. Il mercato tradizionale ed artigiano, con merce di elevata fattura, completeranno il tour cittadino. Ci immergeremo ancora una volta nella vita di uno splendido villaggio Bozo al di la del fiume, dopodiché partiremo alla volta di Fana. Un breve tour della cittadina e via di nuovo alla volta di Bamako, che raggiungeremo in serata per il pernottamento.

 

20.TOUR – avvicendamento BKO-PARIGI

  • BAMAKO last Tour - Volo

Sveglia, colazione e partenza per un ultimo approfondimento culturale. Effettueremo l’operazione di spedizione bagaglio in stiva, tramite ceck-in anticipato in città (ci eviterà lunghe attese all’aeroporto). A seconda delle esigenze di gruppo si optera per una delle due soluzioni:

soluzione 1 - Visita, al museo etnografico, un “salto” al porto di Kablan Koro ed una puntata sulle colline che sovrastano la città per ammirare il panorama.

Soluzione 2 - Ci addentreremo al Grand Marchez Rose ed al mercato dell’artigianato per gli ultimi acquisti. Visiteremo uno dei tanti mercati di bestiame.

Cena e brief finale prima di raggiungere l’aeroporto, dove ci imbarcheremo. Partenza da Bamako col volo diretto a Parigi.

 

21. VOLO – avvicendamento PARIGI-MILANO

  • VOLO – arrivo a Milano

Arrivo Parigi Charles de Gaulle, cambio vettore/terminal ed imbarco sul volo per Milano. Arrivo a Milano Malpensa in mattinata.

Informazioni

Il mio sito web

Navigando nel sito avrai modo di conoscere l'Associazione. Potrai sceglere anche di collaborare con noi o sostenere i nostri progetti e le nostre iniziative.