Emergenza alimentare: appello dei sindaci di Bandiagara-Bankass-koro

lettera firmata dai sindaci

TRADUZIONE APPELLO DEGLI AMMINISTRATORI DEI COMUNI DI BANDIAGARA, BANKASS E KORO RIGUARDO ALLA SITUAZIONE DI URGENZA ALIMENTARE DELLE POPOLAZIONI DEI PAESI DOGON

 

Repubblica del Mali

Regione di Mopti

Comuni di Bandiagara, Bankass e Koro

Un popolo-Uno scopo-Una fede

 

SITUAZIONE DI CRISI ALIMENTARE NEI PAESI DOGON

 

In questo momento, il Mali vive una crisi delle più gravi nella sua storia. Il paese è diviso in due, a seguito degli attacchi dei ribelli e degli islamisti nella regione di Kidal, Gao e Timbuctu ed una parte di Mopti. Questa situazione ha provocato la spostamento massiccio delle popolazioni verso altri centri urbani ed i paesi vicini. Al centro del paese, i conflitti fondiari sono in continuo aumento ed inaspriscono la coabitazione pacifica. Ad esempio, gli scontri intercomunitari che hanno avuto luogo il 22 e 26 marzo 2012 tra i villaggi di Koporo Pen e di Derou, nei distretti di Koro e Bandiagara. Gli scontri sono scaturiti da un litigio riguardante un appezzamento di terra di circa 5 ettari. Il bilancio è stato di circa 10 morti più una decina di feriti e 5 villaggi totalmente incendiati. La situazione è molto preoccupante e bisogna agire in fretta.

Queste popolazioni dei paesi Dogon subiscono gli effetti collaterali ed il contraccolpo del problema maliano (guerra al nord, colpo di stato, embargo, raccolto scarso, crisi del turismo…) cosa che ha provocato l’aumento dei prezzi dei cereali con un rincaro dal 30% al 60% a seconda dei mercati. Un aumento di circa il 30% per lo zucchero, il latte, l’olio, la farina… di fronte a questa situazione la maggioranza della popolazione dei paesi Dogon, essendo composta da agricoltori ed artigiani con un reddito inferiore ai 1000 FCFA al giorno, è esposta alla fame nei prossimi sei mesi, non essendoci più riserve alimentari nè fonti di guadagno.

La crisi alimentare minaccia circa un milione di persone nei paesi Dogon. Le più vulnerabili sono le donne, i piccoli allevatori ed agricoltori, le famiglie disagiate.

In tempi normali, in questa regione circa 30.000 bambini soccombono ogni anno per gli effetti diretti ed indiretti della malnutrizione.

Quando si sopravvive permanentemente sul filo del rasoio, il più piccolo incidente di percorso (aumento dell’aridità, deficit pluviometrico, effetti della guerra) può essere fatale.

La produzione del 2011 è inferiore di un quarto a quella del 2010 ed i prezzi delle derrate alimentari di base sono aumentate del 30-60% secondo le zone.

Se nulla viene fatto, nelle prossime settimane, il pericolo diventerà disastro.

Oggi, tutti i partner sono rivolti verso Gao, Kidal, Timbuctu dove la situazione è più grave ancora, la popolazione è in preda ai ribelli, banditi, islamisti… laggiù si ha a che fare con gli sfollati, persone che sono state derubate, terrorizzate…

I Paesi Dogon sono oggi abbandonati.

Per salvare un bambino costa 1 dollaro al giorno prima della fase acuta di una scarsità di cibo, e 80 volte al culmine del periodo.

Preoccupati di questa situazione, gli amministratori dei comuni di Bandiagara, Bankass e Koro, a nome dei paesi Dogon, sollecitano l’appoggio di tutti i partner, le persone di buona volontà di far agire il loro cuore. Si appellano alla solidarietà internazionale per la sopravvivenza dei bambini e delle donne dei paesi Dogon.

Nell’attesa di un riscontro favorevole, vi preghiamo di gradire i nostri più sentiti saluti.

 

 

Lunedi, 7 maggio 2012

 

 

I sindaci

 

Badiagara (Housseini …)   Bankass (Allaje …)   Koro (Soumaila Djimde)

Informazioni

Il mio sito web

Navigando nel sito avrai modo di conoscere l'Associazione. Potrai sceglere anche di collaborare con noi o sostenere i nostri progetti e le nostre iniziative.