Lingua Bambara

La lingua bambara, chiamata anche Bamanankan, (letteralmente, lingua dei Bamanan), è una lingua parlata in Mali, come madrelingua dal popolo Bambara, e come seconda lingua dalla maggior parte degli altri gruppi etnici del paese. Il numero di coloro i quali la usano come prima lingua è attorno ai 2.700.000 individui, ma è conosciuta e comunemente usata da circa 6.000.000 di persone, il che la rende uno degli idiomi più diffusi dell'Africa Occidentale.

La lingua è suddivisa in diverse forme dialettali, tra cui: Somono, Segou, San, Beledugu, Ganadugu, Wasulu e Sikasso.

Caratteristiche

Come la maggior parte delle lingue mande, il bambara è una lingua Tonale, sprovvista di classi nominali, e ha una struttura di tipo Soggetto-Oggetto-Verbo (SOV).

Una caratteristica distintiva di questo linguaggio è il fatto che, specialmente nelle aree urbane, esso presenta un gran numero di prestiti linguistici da parte delle lingue affini, ma anche dal francese. Questa caratteristica l'ha resa una lingua particolarmente facile da apprendere e ne ha favorito la diffusione come lingua franca in molte aree dell'Africa Occidentale.

Classificazione

Il bambara appartiene all'ampia famiglia linguistica delle lingue mande, e alla più ristretta famiglia delle lingue mandingo. È strettamente imparentato con il dioula, ma è anche piuttosto simile alle altre lingue mandingo, come il mandinka e il malinké.

La classificazione proposta da Ethnologue è la seguente:

 

  • Lingue niger-kordofaniane

 

  • Lingue mande
  • Mande Occidentale
  • Centro-Sudoccidentale
  • Centrale
  • Manding-Yogo
  • Manding-Vai
  • Manding-Mokole

 

  • Minding
  • Manding Orientale
  • Manding Nord-orientale
  • Bamana

 

  • Bambara

 

Arte e letteratura

Il bambara è stato tradizionalmente tramandato dai griot (Jɛliw in bambara), poeti girovaghi dell'Africa Occidentale. esso ha pertanto una tradizione orale molto ricca. La scrittura si è diffusa soltanto dopo la colonizzazione francese del Mali, e utilizza prevalentemente caratteri latini (con l'aggiunta delle vocali ɛ e ɔ) o l'Alfabeto N'Ko.

In tempi contemporanei il bambara è stato spesso utilizzato da musicisti maliani, tra cui Oumou Sangaré, Rokia Traoré, Ali Farka Toure, Salif Keita, Habib Koité, e Amadou & Mariam. Testi in bambara sono presenti nell'album di Stevie Wonder, Journey through the Secret Life of Plants.

Altri artisti come Alpha Blondy, il gruppo Métisse e il cantate reggae Tiken Jah Fakoly utilizzano invece il Dioula.

note: I Bambara o Bamana sono l'etnia principale del Mali (2.500.000 persone, circa il 32% della popolazione complessiva del paese). Le regioni in cui i Bambara sono più numerosi sono quelle di Ségou e di Bamako, nella regione di savana al centro del Mali, ma ci sono comunità bambara anche in altre zone. La loro lingua è parlata anche da altre popolazioni della zona.

Informazioni

Il mio sito web

Navigando nel sito avrai modo di conoscere l'Associazione. Potrai sceglere anche di collaborare con noi o sostenere i nostri progetti e le nostre iniziative.